lunedì 5 agosto 2019

Corno Piccolo - Marco Florio - 190m - IV

Battesimo montano per Andrea che decide di seguirmi sulle rocce del Corno Piccolo. Scelgo questa facile via che esce sulla cresta nord-est e che offre un'arrampicata mai esposta, anzi, quasi sempre incassata in camini, facile ma non banale, di stampo decisamente classico e inusuale.
La prima volta non si scorda mai...guardate la faccia del socio alla fine della giornata.

Salendo i prati verso l'attacco

lunedì 29 luglio 2019

Corno Piccolo - Saludos Amigos - 355m - VI+

Era da molto molto tempo che volevo andare a ripetere questa via alla nord della Prima Spalla e finalmente riesco a convincere Michele che di venerdì si libera dagli impegni lavorativi e mi concede la possibilità di accarezzare la roccia di questa imponente parete.
Quello che è successo in mezzo non è stata la solita uscita su roccia ma...

La placca del quarto tiro appena scalata

lunedì 1 luglio 2019

Pizzo d'Intermesoli - Passatempo - 140m - VI+

Finalmente si torna a scalare in montagna dopo una primavera piovosa e nevosa che ci ha fatto attendere un po'. Scegliamo con Francesco, alla sua prima esperienza di Gran Sasso, una via tranquilla e sportiva al terzo Pilastro.

Il Duca degli Abruzzi dalla quarta sosta

giovedì 28 febbraio 2019

Val Maone - Argentaroggia - 80m - 3

Probabilmente ultima occasione della stagione per fare un po' di ghiaccio dalle nostre parti. Stupenda la cornice del Pizzo di Intermesoli che domina la Val Maone, ad un tiro di schioppo dal parcheggio dei Prati di Tivo.

Le cascate dal sentiero: a destra California Dreams e a sinistra Argentaroggia

giovedì 13 settembre 2018

Penna della Rocca - La ravanata del finanziere - 210m - 6a+

Ravanare: cercare disordinatamente, frugando qua e là. Questa è la definizione del termine, e in effetti mi aspettavo, nei tiri alti una bella ravanata. Dato il caldo da bistecchiera noi ci siamo fermati al quinto e scesi con una doppia, ma un po' di ricerca disordinata l'abbiamo fatta, in mezzo ad alberelli, erba e arbusti vari.

Al centro il terrazzino delle doppie dell'Austeri che si vede bene dopo la placca del quinto tiro